Self help pediatrico


Vai ai contenuti

Menu principale:


-Stick urine e IVU

Infettivologia > Stick urine

Gli STICK urine e le Infezioni delle Vie Urinarie

E' possibile usare gli stick urine per diagnosticare o escludere una Infezione delle Vie Urinarie nel bambino? (3 mesi -3 anni)

A fianco Ŕ mostrata la tabella delle linea guida del NICE Urinary tract Infection in Children 2007 (rew 2010) relativa all'utilizzo degli strumenti diagnostici differenziati per eta' (3 mesi - 3 anni) e clinica. E' bene ricordare che l'eta' al di sotto dei 3 mesi richiede un approccio diagnostico piu' aggressivo e l'urina dovrebbe essere valutata con la microscopia e con l'urinocoltura. Si ribadisce che anche nell'eta' fra 3 mesi e 3 anni i test diagnostici da utilizzare preferibilmente devono essere la microscopia e l'urinocoltura, per˛:
-) Se il bambino ha sintomi specifici di IVU Ŕ necessario eseguire una microscopia e una urinocoltura e iniziare comunque il trattamento antibiotico
-) Se il bambino non ha sintomi specifici di IVU: se grave fare subito microscopia e urinocoltura. Se rischio intermedio di gravita' (riferito alla linea guida sempre del NICE sulla febbre da causa sconosciuta) fare microscopia e urinocoltura e iniziare terapia solo se la microscopia risulta positiva. QUI APPARE LO STICK: nel senso che lo si ritiene valido sostituto della microscopia indicando la positivitÓ ai nitriti come fattore decisionale per la terapia.

(Cliccare sulla tabella per ingrandirla)

E' possibile usare gli stick urine per diagnosticare o escludere una Infezione delle Vie Urinarie nel bambino? (oltre 3 anni)

Gli Stick urine nei bambini di 3 anni e oltre possono essere usati con sicurezza e con pari accuratezza della microscopia e dell'urinocoltura.
-) Se l'esterasi leucocitaria e il test ai nitriti sono positivi si ritiene che il bambino abbia una IVU e si dovrebbe iniziare il trattamento specifico; se il bambino ha un rischio alto o intermedio di gravitÓ di malattia ho ha giÓ avuto precedenti IVU, dovrÓ essere raccolto anche un campione per l'urinocoltura. (vedi riquadri successivi)
-) Se leucociti assenti e nitriti positivi: si dovrebbe iniziare un trattamento antibiotico se l'urina Ŕ stata raccolta con il sistema del mitto intermedio. Un campione di urina dovrebbe essere inviato per la coltura e la gestione successiva del caso deve essere legato all'esito dell'urinocoltura.
-) Se leucociti positivi e nitriti negativi: necessaria la microscopia e l'urinocoltura. Il trattamento dovrebbe essere iniziato solo se evidenza clinica di IVU. I leucociti nell'urina possono essere legati ad una infezione esterna all'apparato urinario.
-) Se leucociti negativi e nitriti negativi: non c'Ŕ IVU.

(Cliccare sulla tabella per ingrandirla)

STICK E INFEZIONE DELLE VIE URINARIE:

"Se (nel sospetto di una infezione delle vie urinarie) come spesso accade non saremo nelle condizioni di poter raccogliere sterilmente le urine e di analizzarle al microscopio, il dosaggio a fresco con semplice stick di leucociti e test ai nitriti ci fornisce probabilitÓ post test sufficientemente buone ed accurate per prendere una decisione clinica fondata"
Stefano Miceli Sopo Area Pediatrica Feb 04

PERO':

Se le probabilitÓ post test conl'uso degli stick per la valutazione di una sospetta infezione delle vie urinarie in un bambino con febbre senza storia di IVU sono buone, "non Ŕ cosý in un bambino che entro i 6 mesi precedenti ha giÓ avuto una infezione urinaria per il quale Ŕ necessario ricorrere anche all'urinocoltura."
Stefano Miceli Sopo Area Pediatrica Mar 04

QUINDI:

In un bambino febbrile che NON HA MAI AVUTO EPISODI DI IVU, lo stick urine Ŕ sufficientemente accurato per escludere una infezione urinaria.
Per un bambino che
RECIDIVA, Ŕ necessario ricorrere anche all' urinocoltura.

NITRITI :

a ) falsi negativi =
-) pollachiuria,
-) scarsi nitrati nella dieta,
-) densitaĺ urinaria elevata,
-) infezioni da pseudomonas o enterococco,
-) urina da poco tempo in vescica [Ŕ necessaria una permanenza dell'urina in vescica di almeno 3 ore per dar tempo ai germi (Gram negativi capaci di produrre reduttasi) di trasformare i nitrati di origine alimentare in nitriti, e in un lattante questo Ŕ difficilmente valutabile
b) falsi positivi =
cattiva raccolta o malconservazione campione


LEUCOCITI

Il test per le esterasi leucocitarie (LE), che individua le esterasi rilasciate dai globuli bianchi degradati, Ŕ un esame indiretto per diagnosticare una batteriuria. Confrontato con la coltura (con almeno 100.000 organismi/ml) ha una sensibilitÓ del 72-97% e una specificitÓ del 64-82%. Il test di riduzione dei nitriti, che individua i nitriti prodotti dai batteri urinari (di solito solo i Gram negativi), ha una sensibilitÓ variabile (35-85%) ma una buona specificitÓ (92-100%).
La negativitÓ contemporanea del test per l'esterasi leucocitaria e del test per i nitriti ha un potere predittivo negativo per IVU pari al 98-100%.
Loo SY e coll. 1984
Oneson R, Groschel DH. 1985


Home Page | Premesse | Infettivologia | Allergologia | Altri test e strumenti | Casi clinici | Per i Genitori e Links pediatrici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu