Self help pediatrico


Vai ai contenuti

Menu principale:


Scheda valutazione ECG Pediatrico

Altri test e strumenti > Schede pratiche

Applicazione degli elettrodi periferici in un lattante (alla radice degli arti)

I riferimenti per l'applicazione degli elettrodi precordiali standard. Fare riferimento al repere della salienza del manubrio dello sterno corrispondente al secondo spazio intercostale

Applicazione degli elettrodi precordiali

Affrontare la lettura di un ECG in etÓ pediatrica Ŕ complesso e richiede studio e applicazione. A questo proposito consiglio il testo di E. Pedroni "Elettrocardiografia Pediatrica Essenziale" Edizioni Mediche Italiane Pavia che in maniera semplice e esauriente permette al Pediatra ambulatoriale di interpretare un ECG nella distinzione fra normalitÓ e necessitÓ di invio allo specialista Cardiologo. Dopo avere velocemente acquisito la pratica necessaria per l'applicazione degli elettrodi che per un lattante avranno come sede preferenziale delle periferiche la radice degli arti per la minore interferenza con il movimento del bambino, potrete applicare la scheda interpretativa scaricabile cliccando sull'immagine a fianco, dove interpolare tutti i dati richiesti ricordando che in un ECG in condizioni standard alla velocitÓ della carta di 25 mm/sec ogni quadratino piccolo corrisponde a 0,04 sec o a 1 mm. Un quadrato grande a 0,20 sec o a 5 mm. Sfruttando la lettura a percentili per etÓ si pu˛ stabilire in caso di deviazioni dai predetti, la necessitÓ o meno di invio del bambino allo Specialista.

Cliccare sull'immagine per scaricare la scheda

Asse elettrico del QRS.
Uno dei vari sistemi per calcolare l'asse elettrico del cuore interpolandolo poi nell'apposito diagramma e' quello di calcolare in mm (quadratini piccoli) la somma algebrica dei voltaggi del QRS nelle derivazioni periferiche I e III. Tutto cio' che e' sopra l'isoelettrica ha segno positvo e tutto quello che e' sotto ha segno negativo. Dopo aver riportato i valori sul quadrante dell'asse elettrico, si tracceranno le perpendicolari all'asse delle derivazioni I e III. Si traccera' quindi una retta dal centro al punto di intersezione delle due perpendicolari. Quello sara' l'asse elettrico del QRS.
Segui gli esempi mostrati nelle foto a lato dopo averle ingrandite cliccando sugli appositi tasti, per poterti esercitare.

Visualizza a pieno schermoIndietroPlayAvanti

Home Page | Premesse | Infettivologia | Allergologia | Altri test e strumenti | Casi clinici | Per i Genitori e Links pediatrici | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu