Self help pediatrico


Vai ai contenuti

Menu principale:


Bilitest

Altri test e strumenti > Bilitest per la bilirubina transcutanea

BILITEST

Il modello che attualmente utilizziamo all'interno della Pediatria di Gruppo a Imola (BILITEST GB 77) Ŕ precedente all'ultimo nato (BILITEST GB 77L) caratterizzato da una estetica pi¨ gradevole e un miglioramento delle performance tecniche.
Il dispositivo Ŕ portatile, completamente automatico, e analizza il livello di iperbilirubinemia nei neonati attraverso un metodo transcutaneo non invasivo, semplicemente toccando con una leggera pressione l'epidermide del bambino (fronte o sterno) con un sensore ottico: la misurazione avviene automaticamente.
Prima dell'uso (per il modello GB 77) si calibra l'apparecchio appoggiando il sensore a 2 filtri ottici giÓ previsti nella confezione che identificano il corretto range di misurazione del Bilitest.


Il processo di misurazione sul neonato dura al massimo 2 secondi e i valori di bilirubina rilevati sono immediatamente visualizzati sul display dell'apparecchio ed espressi attraverso 2 differenti unitÓ di misura selezionabili. L'apparecchio Ŕ palmare e di piccole dimensioni, Ŕ alimentato da pile stilo, non impiega materiale mono uso (la testa ottica dello strumento a contatto con la cute del neonato pu˛ essere trattata con qualsiasi liquido disinfettante e/o sterilizzante).

Recentemente, il gruppo di neonatologi dell'Ospedale Universitario di Careggi (Firenze) ha analizzato il funzionamento del BILITEST GB 77L su 301 neonati di 32 o pi¨ settimane di gestazione, confrontando la sua valutazione della bilirubina transcutanea con quella della bilirubina serica valutata per un sottogruppo con una analizzatore di gas ematici equipaggiato con una unitÓ spettrofotometrica per la determinazione di emoglobina e bilirubina (ABL 735) e per un secondo sottogruppo con un analizzatore standard di bilirubina da laboratorio (GB 13/A).

Le conclusioni del lavoro sono promettenti: gli autori ritengono che con l'utilizzo del Bilitest si possa, in una popolazione di bambini di razza Caucasica, ridurre del 90% il ricorso alla determinazione della bilirubina con puntura dal tallone, avendo ottenuto buone correlazioni fra la valutazione della bilirubina transcutanea del Bilitest e quella della bilirubina ematica dei sistemi di laboratorio a confronto.


I vantaggi del bilirubinometro transcutaneo Bilitest sono:
1) il costo non elevatissimo (prezzo di listino: 6800 euro; prezzo di vendita intorno ai 4000 euro)
2) l'assenza di materiale di consumo per la calibrazione
3) la facilitÓ d'uso che consente una ripetibilitÓ dell'esame senza limiti.
Tuttavia due sono i problemi che sono stati riscontrati dagli autori del lavoro:
1) la tendenza a sottostimare i valori di bilirubina specie quando quelli ematici erano superiori a 13 mg% determinando la necessitÓ comunque di un prelievo ematico quando la fototerapia o peggio l'exanguino trasfusione devono essere considerati.
Infatti quando i metodi standard di laboratorio erano regolati su 15 mg%, usando un cutoff di 13 mg% per il Bilitest, la misurazione della bilirubina transcutanea determinava dei valori di sensibiliÓ dell' 85% e di specificitÓ del 98%, da cui il suggerimento di ricorrere a una determinazione della bilirubina serica per valori di bilirubina transcutanea maggiori di 13 mg% specie durante le prime 24-48 ore di vita.
2) La difficoltÓ tecnica a eliminare l'assorbimento della melanina che rappresenta una importante limitazione dell'uso di questo bilirubinometro in bambini di razza non caucasica (elemento invece non critico per altri bilirubinometri esempio il
Bilicheck).

Home Page | Premesse | Infettivologia | Allergologia | Altri test e strumenti | Casi clinici | Per i Genitori e Links pediatrici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu